Forum Circolo Fantasy
Gennaio 18, 2018, 05:44:18 *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie: Da Giugno ogni venerdì è aperta a tutti la nuova sede del Circolo Fantasy! Venite a giocare, parlare della festa, fare laboratorio...
 
   Home   Guida Ricerca Utenti Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: Falce di Luna  (Letto 1220 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Pegasus
Cavaliere dello Zodiaco ad interim
Administrator
Hero Member
*****

Karma: 44
Scollegato Scollegato

Messaggi: 8.950



« inserito:: Giugno 07, 2004, 03:00:07 »

PROLOGO

Anno 7 della nuova era dopo la grande rivoluzione.
Desghard, piccola città del regno di Raptek dove i vecchi regnanti e l’inquisizione hanno mantenuto il potere resistendo agli sconvolgimenti degli anni precedenti. Nella città è in corso la festa della Falce di Luna, festa propiziatoria per un rigoglioso raccolto nei campi coltivati dai contadini.
Cosa succederà nella città di Desghard? Un’antica profezia parla della caduta dei suoi nobili reazionari in una notte di luna piena durante la festa del raccolto. Che sia questo l'anno in cui l’inquisizione avrà definitivamente fine? Avrà finalmente inizio una nuova era per la libertà e la magia ?

Non curandosi della profezia, i nobili, le guardie e i cittadini più abbienti si lasciano prendere dai festeggiamenti, mentre il popolo in gran segreto spera che finalmente l'agognata libertà torni a regnare anche sul loro paese.

PROGRAMMA

La "festa" inizierà verso metà pomeriggio, e ci vedrà impegnati nella gestione di diversi stand. Nel corso della serata ci saranno alcune scene recitate per le vie del paese, e alla fine, dopo la cena medievale (che Cerreto organizza ogni anno in questa data) ci sarà il gran finale.

Gli stand tra cui dividersi sono:

- 1 – Duelli con spade in lattice: dimostrazioni di duelli medievali e tornei con varie tipologie di armi, possibilità di far provare alle persone interessate(piace particolarmente ai bambini).

- 2 –Tiro con l’arco per GRV:
il pubblico avrà la possibilità di tirare con l’arco(inoffensivo) cercando di colpire alcuni bersagli.

- 3 – Stand con dimostrazioni di giochi di ruolo dal vivo: il pubblico potrà immedesimarsi nella parte di alcuni avventurieri partecipando ad una sessione dimostrativa di ¼ d’ora.

- 4 – Banco dei maghi: sezione dove i maghi che partecipano saltuariamente alle sessioni del “circolo fantasy” spiegheranno gli effetti della magia, gli incantesimi e le creature dei giochi di ruolo.

- 5 – Banco degli armaioli: stand dove alcune persone dimostreranno le fasi della costruzione delle spade in lattice e degli archi in legno.

- 6 – Banco degli artigiani: alcune ragazze mostreranno e metteranno a disposizione del pubblico, in cambio di un’offerta, alcuni prodotti artigianali raffiguranti elfi e creature del mondo fantasy.

- 7 – Stand multimediale: il pubblico avrà la possibilità attraverso un pc di entrare virtualmente nella città elfica di Eladil, dove potrà visitare varie sezioni tra cui le foto, le schede dei personaggi e i filmati del grv del “circolo fantasy”

- 8 -  Bardi itineranti: un gruppo di cantastorie  si troverà a girare per il paese inscenando storie e racconti di paladini, maghi e chierici.

- 9 – Giochi di ruolo da tavolo: stand dove vengono illustrati i giochi di ruolo da tavolo e dove viene data la possibilità di partecipare a sessioni dimostrative.

- 10 -  Stand associazioni toscane grv:  saranno messi a disposizione un numero limitato di stand attraverso i quali associazioni toscane e nazionali di grv potranno partecipare ed illustrare i programmi delle loro sessioni.

RIEVOCAZIONE FINALE

Alla mezzanotte un gruppo di cavalieri, stregoni e alchimisti entrano nella città. Attraversano le piccole strade del centro per recarsi nella piazza centrale dove si terrà una dura battaglia per liberare la città dall’inquisizione e dalla tirannide dei propri governatori.
Gli avventurieri prima di scontrarsi con le guardie reazionarie ingaggeranno una lunga discussione sottolineando che la profezia della falce di luna, si sta avverando. La scintilla che farà iniziare la battaglia, sarà un incantesimo di Malia, lanciato da uno stregone.
Durante lo scontro le guardie reazionarie saranno costrette a ritirarsi e a lasciare la città.
Una nuova era nascerà per la città di Desghard, l’era della magia, della giustizia e della libertà.
« Ultima modifica: Giugno 15, 2004, 11:05:50 da Pegasus » Segnala al moderatore   Registrato

“Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte.”


 Edgar Allan Poe
kovenant
Hero Member
*****

Karma: 14
Scollegato Scollegato

Messaggi: 612



WWW
« Risposta #1 inserito:: Luglio 01, 2004, 05:49:35 »

poi quella storia di warcraft?
Segnala al moderatore   Registrato

eflin_soth
Newbie


Karma: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29



« Risposta #2 inserito:: Luglio 02, 2004, 07:59:13 »

Ciao Pegasus... è qui che mi chiedevi di ripostare la conferma?  smiley

Se si confermo  Smiley

Ci siamo... ci siamo... verremo e faremo un'avventura cittadina... ma spiegami bene cosa posso e non posso fare.
Segnala al moderatore   Registrato
saphon
Castel Fondaccio
Full Member
***

Karma: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 243



WWW
« Risposta #3 inserito:: Agosto 01, 2004, 08:46:26 »


Salve sono saphon l'amico di Megres. Volevo dare la mia partecipazione per le "Falci di luna". Perdonatemi se non vi ho avvertito prima  :sado: ma sono tornato ieri sera da Londra.
Segnala al moderatore   Registrato

Nella notte buia un ramingo seduto sopra un tronco guarda la luna e pensa al suo passato.
Poi si alza, recupera l'arco e la faretra pronto per ricominciare la sua vendetta contro gli inquisitori.
"Tremate perchè il Lupo è in caccia!"

Ormai la mia citta è stata distrutta! Ma il suo ricordo vivrà con me e cosi anche la sua vendetta!




[span style=\'color:gray\']il pianto e il dolore non sono cose da vili,
la rabbia e l'odio danno forza ma
portano alla solitudine, la vendetta è giustizia,
ma la giustizia non deve essere vendetta,
perchè voler morire in battaglia quando si può ottenere la vittoria in altro modo
in combattimento la rabbia
deve uscire dall'involucro di carne che la contiene,
ma non deve mai diventare la guida della mano,
essa deve essere sempre ubbidire al ragionamento,
solo così un uomo può sperare di uscire vivo da uno scontro,
cosi come può capire quando è il momento di arrendersi o di abbandonare il campo.
Io posso dire che gli inferi non sono un bel posto perche gli ho visti e ne sono ritornato!
(pensieri di un guerriero che ha visto la morte e le è sopravvissuto)
[/span]
Pegasus
Cavaliere dello Zodiaco ad interim
Administrator
Hero Member
*****

Karma: 44
Scollegato Scollegato

Messaggi: 8.950



« Risposta #4 inserito:: Agosto 08, 2004, 03:02:53 »

Ecco il programma ufficiale scritto da voi:


Programma per la festa fantasy
Falce di Luna 2004

 

Il contesto della Festa


Anno 7 della nuova era dopo la grande rivoluzione.
Desghard, piccola città del regno di Raptek dove i vecchi regnanti e l’inquisizione hanno mantenuto il potere resistendo agli sconvolgimenti degli anni precedenti. Nella città è in corso la festa della Falce di Luna, festa propiziatoria per un rigoglioso raccolto nei campi coltivati dai contadini.
Cosa succederà nella città di Desghard? Un’antica profezia parla della caduta dei suoi nobili reazionari in una notte di luna piena durante la festa del raccolto. Che sia questo l'anno in cui l’inquisizione avrà definitivamente fine? Avrà finalmente inizio una nuova era per la libertà e la magia ?

Non curandosi della profezia, i nobili, le guardie e i cittadini più abbienti si lasciano prendere dai festeggiamenti, mentre il popolo in gran segreto spera che finalmente l'agognata libertà torni a regnare anche sul loro paese.

La rievocazione finale

Verso le 11.45 della notte un mago con un bastone raffigurante la Falce di Luna si muove furtivamente tra le persone, finché non giunge in un piccolo spiazzo. Li, gesticolando, inizia a pronunciare strane formule magiche che gli permettono di evocare un portale dal quale mano a mano escono diversi guerrieri ed altri maghi.
Due guardie durante la ronda, individuano il mago e si avvicinano con aria minacciosa verso di lui. A questo punto uno dei guerrieri chiede il permesso di agire. Dopo averlo avuto dal mago con un leggero cenno del capo, il guerriero impugnerà il proprio arco e colpirà con una freccia una delle guardie, mentre l’altra guardia sarà messa in impossibilità di nuocere da un altro guerriero con la propria sciabola.
Lo Stregone continua il proprio incantesimo, avvertendo i guerrieri che sta per evocare un Golem, mette in guardia sulla sua pericolosità, ma anche ammette che una creatura del genere potrà permettere di aiutarli nel liberare la città.
Dal portale esce una creatura al quanto bizzarra e spaventosa: il Golem! Un gruppo di guerrieri si avventa su di lui e dopo qualche minuto il Golem si ritrova incatenato, pronto ad essere lasciato libero di fronte al nemico….

Il gruppo di maghi e guerrieri rivoluzionari, intenzionati a liberare la città di Desghard dalla repressione e dall’inquisizione, si incammina verso il centro del paese accompagnati da dei bardi che suonano i loro tamburi. A questo punto non vogliono più agire in segreto. Sanno che il momento è giunto, lo scontro sarà inevitabile.

Il gruppo sale le scale che portano al centro della città, ritrovandosi davanti ad un piccolo esercito, probabilmente avvertito da qualche cittadino.
Uno dei raminghi del gruppo di rivoluzionari ingaggerà un lungo dialogo con il capo della milizia. Raggiungono un accordo. Uno scontro solamente tra loro due decreterà il vincitore, senza che venga sparso altro sangue. I due si affrontano, tra le grida delle guardie e del gruppo di rivoluzionari. Dopo una massacrante duello il capo della milizia viene colpito mortalmente….ma mentre cade a terra da l’ordine a propri soldati di attaccare. Lo scontro è inevitabile….ma il gruppo di rivoluzionari riesce ad avere la meglio, proprio grazie al temibile Golem.
La milizia e gli inquisitori lasciano la città, ora una nuova era di libertà e magia aspetta i cittadini di Desghard….


Stand n.1 – Duelli con le spade

In apertura, breve introduzione delle armi che utilizzeremo durante le esibizioni, e del programma della serata, a metà strada tra intrattenimento e rigore storico. Prima di iniziare, verrà sottolineato che nessuno dei combattimenti ha un esito predeterminato. Data la natura delle armi, infatti, non c’è bisogno di studiare gli attacchi a tavolino, né di recitare un combattimento il cui esito è prestabilito.
Durante tutta l’esibizione, lo speaker cercherà di catturare l’interesse del pubblico, cercando di coinvolgerlo. Se riesce nell’intento, senza essere invadente, il pubblico stesso sarà chiamato in causa nel finale.

Ore 17:00 – Apertura Stand.

Ore 17:10 – Primi combattimenti fra di noi per attirare l’attenzione delle persone; i combattimenti si svolgeranno uno contro uno oppure a coppie.
Nei combattimenti saranno utilizzate armi di vario genere (spada lunga e scudo, spada a due mani, spada bastarda, ascia e scudo, mazza e scudo) in modo da mostrare tutte le tecniche di combattimento e da rendere gli scontri sempre diversi.

Ore 17:30 – Al termine dei nostri scontri lasceremo la possibilità a chi del pubblico vorrà provare di combattere contro i cavalieri dell’arena.

Ore 18:00 – Se il pubblico sarà interessato, spiegheremo in breve i fondamenti delle posizioni di attacco e di difesa della scherma medievale, e le tecniche di combattimento con le varie armi.
 
Ore 18:30 – Daremo vita ad un torneo al quale parteciperanno le persone addette allo stand.

Ore 19:00 – Daremo la possibilità a chi vorrà provare a combattere contro i cavalieri dell’arena.

Ore 19.30 – Chiusura stand per la cena

Ore 21:30 – Apertura Stand.

Ore 21:40 – Primi combattimenti fra di noi per attirare l’attenzione delle persone; i combattimenti si svolgeranno uno contro uno oppure a coppie.
Nei combattimenti saranno utilizzate armi di vario genere (spada lunga e scudo, spada a due mani, spada bastarda, ascia e scudo, mazza e scudo) in modo da mostrare tutte le tecniche di combattimento e da rendere gli scontri sempre diversi.

Ore 22:10 – Al termine dei nostri scontri lasceremo la possibilità a chi del pubblico vorrà provare di combattere contro i cavalieri dell’arena.

Ore 22:50 – Se il pubblico sarà interessato, spiegheremo in breve i fondamenti delle posizioni di attacco e di difesa della scherma medievale, e le tecniche di combattimento con le varie armi.

Ore 23:10 – Pausa.

Ore 23:40 – Daremo vita ad un torneo al quale parteciperanno le persone addette allo stand.


Stand n.2 – Tiro con l’arco

Il banco del tiro con l'arco permette in tuta sicurezza di provare le proprie doti di tiro. Infatti gli interessati potranno cimentarsi nel colpire dei bersagli "fissi" (nel nostro caso latine ricoperte di pelle o parallelepipedi di legno) o una persona travestita da goblin che avrà il ruolo di bersaglio "mobile". Questo è possibile perché gli archi e le frecce a disposizione sono  innocui: i primi sono o di legno o di vetroresina e plastazote, mentre le seconde sono delle frecce in legno che hanno al posto della punta in metallo, una spessa "testa" di plastazote.

I giochi che ci proponiamo di offrire sono tre: in due di essi il giocatore deve colpire i bersagli immobili, mentre nel terzo il giocatore si potrà divertire a cercare di colpire il "goblin".
Nel primo tipo di gioco si dovrà cercare di abbattere tutti e tre i bersagli che gli vengono posti davanti con tre frecce a disposizione: questo è possibile grazie alla disposizione a piramide dei barattoli che gli consente di colpire anche due bersagli con una sola freccia. Il costo della prova sarà di 1 Euro e se il tiratore avrà successo riuscirà a guadagnarsi 1 credito!

Nel secondo tipo di gioco, per la cifra di 2 euro, si dovrà cercare di totalizzare il maggior punteggio possibile.
Ecco come funzione questa prova: 10 barattoli vengono disposti parallelamente gli uni agli altri, così da formare una fila. Questi bersagli hanno alla propria base scritto un numero univoco da 1 a 10, che rimane così nascosto. Il tiratore, che anche in questo caso ha 3 frecce a disposizione, dovrà così cercare di colpire il maggior numero di barattoli o quelli con il punteggio più alto, così da totalizzare più punti. Al termine del gioco, a seconda del punteggio ottenuto, riceverà un tot di crediti, o se la prova sarà stata disastrosa non riceverà niente. La graduatoria è:
1. Da 27 (o più) a 21 = 3 crediti
2. Da 20 a 13 = 2 crediti
3. Da 12 a 6 = 1 credito
4. Da 6 a 0 = 0 crediti

Infine nel terzo gioco si dovrà cercare di colpire il goblin. In questa prova di tiro, una persone del banco si maschererà da goblin (travestimento completo di maschera!), verrà bendato e "liberato" in un'area delimitata, nella quale il mostro si muoverà senza fare spostamenti veloci. Il giocatore che si cimenterà in questo gioco dovrà cercare di colpirlo il più possibile con le 4 frecce di cui dispone, per riuscire a conseguire più crediti: con 4 tiri su 4 riceverà 2 crediti; con 3 e 2 tiri riceverà 1 credito ; mentre con 1 o nessun tiro andato a segno non otterrà nessun credito. Questo gioco sarà praticabile con il pagamento di 2 euro.


Stand n.3 – Sessioni dimostrative grv


I giochi di ruolo dal vivo sono una realtà in espansione, che ultimamente gode della pubblicità indiretta che è stata fatta dall’uscita al cinema de” Il signore degli anelli”. Molte persone sono affascinate dal poter abbandonare per una serata la propria identità e vestire i panni di un potente guerriero, mago o chierico. Oscure trame, nemici incombenti, misteri da risolvere, queste e molte altre cose è il gioco di ruolo dal vivo.
Noi diamo la possibilità, attraverso questo stand, di poter provare delle sessioni dimostrative, dette “demo”, della
 durata di 15 minuti e per un numero ristretto che va dai 2 ai 5 giocatori.

Prologo sessione dimostrativa

I nostri eroi sono stati mandati a Desghard dal Borgomastro di Sierodonte per uccidere Sanar.
Sanar è un uomo a capo dell’ordine del sole rosso, ordine molto vicino al Borgomastro di Desghard, e dal quale è molto influenzato.
Infatti i rapporti tra Desghard e Sierodonte ultimamente si sono molto inclinati e girano voci che l’ordine del sole rosso stia convincendo il Borgomastro a preparare un piccolo esercito per impossessarsi delle terre che circondano l’altra città.
Il gruppo è guidato dal guardiano della fede Pedrinor, il quale è convinto che dietro Sanar si nasconda la figura di un demone venuto a seminare il caos.
Nella città di Desghard si sta svolgendo la festa del raccolto della Falce di Luna, ed è l’unico momento in cui i nostri avventurieri si possono confondere tra la gente.

Ovviamente come per lo stand dei duelli, le spade sono in lattice e completamente inoffensive. Inoltre le sessioni dimostrative saranno svolte in piene condizioni di sicurezza con un master che accompagnerà i giocatori e approfondirà le regole nel caso ce ne sia bisogno. La sessione, da ripetere ogni volta che ci sono giocatori che vogliono provare, sarà molto recitativa e divertente da vedere anche per il pubblico.

Stand n.4 – Stand ufficiale “Circolo Fantasy”


Con lo stand multimediale, l’associazione “Circolo Fantasy”, vuole mostrare ai visitatori della festa foto e filmati catturati durante le sessioni, con l’intenzione di far comprendere meglio ciò che intendiamo per “gioco di ruolo”, ma non solo.
Grazie alla disponibilità di un pc portatile, infatti, potranno essere illustrati numerosi altri aspetti; il regolamento, la mappa dei regni “attuali” nei quali si svolgono le avventure, i resoconti della singole sessioni, lo status dei nostri eroi(per alcuni è addirittura disponibile la storia di background con l’origine del personaggio) e le anticipazioni relative alle future iniziative organizzate dalla nostra associazione.
Eventualmente, sarà disponibile anche la connessione ad internet, che ci permetterà di far visitare il sito ed il forum di discussione del “Circolo Fantasy”, dove i giocatori si incontrano per commentare le sessioni passate, anticipare le future o più semplicemente per scambiarsi pareri generali sul “gioco di ruolo”.


Stand n.5 – Elfi Artigiani
 

 
Le Elfe artigiane del villaggio hanno lavorato con maestranza e fatica per farvi conoscere i loro prodotti artigianali.
 
Usando esclusivamente materiali naturali hanno prodotto per voi: collanine caratteristiche del mondo elfico; profumate e rigeneranti saponette agli aromi del bosco.
 
Hanno inoltre catturato gocce di rugiada trasformandole in splendidi orecchini di molteplici forme e colori.
 
Con raffinate decorazioni hanno impreziosito oggetti di nobili materiali ed hanno adornato graziose coroncine con vivaci Fiorellini di Bosco.
 
Grazie ad un particolare composto elfico le nostre artigiane riescono ad elaborare piccoli oggetti per abbellire la propria dimora , e la mano esperta dell'artista del villaggio
 
produrrà originali disegni raffiguranti il nostro mondo.
 
Per finire le nostre cuoche delizieranno il palato dei viandanti con specialità culinarie tipiche della tradizione elfica.

 
 Stand n.6 – Banco degli armaioli


Dalle profonde fornaci sotterranee dei nani escono le armi del regno di Raptek:
 affilate asce da guerra, letali spade, potenti archi e balestre forgiati grazie al metallo prodotto dalle miniere di Orrun ed all’infinita cura dei mastri e dei loro apprendisti.
Lavorando alla luce delle lampade ad olio, nell’oscurità e nel calore, i fabbri prima sciolgono il metallo grezzo in ampi calderoni, poi lo colano  con una tempesta di scintille in stampi, infine lo battono  con le robuste mani armate di martelli e pinze.
La spada viene quindi immersa nell’acqua per essere temprata e poi battuta di nuovo, fino a raggiungere un risultato ottimale.

Uno dei nostri mastri fabbri vi illustrerà le varie fasi della produzione, fino ad ora tenute segrete.
La fusione, la forgiatura e l’affilatura vi saranno mostrate dalle callose mani di uno dei nostri mastri, che all’occorrenza vi farà provare con mano il letale suono del metallo che fende l’aria.



Stand n.7 – Banco delle conoscenze arcane

Tutti gli appartenenti di questo particolare banco sono esperti stregoni, provenienti da regni diversi,
addirittura alcuni di loro sono Elfi provenienti da Elinor.
Questi, mandati dal re di Raptek hanno lo scopo di diffondere la conoscenza della magia e il suo uso, quindi agiranno sotto la copertura di mercanti.
I maghi e i chierici spiegheranno quindi in cosa consiste il loro ruolo e come vengono lanciate le magie.  Mostreranno manoscritti con le loro formule e il Grimorio, tomo nella quale gli stregoni raccolgono le loro conoscenze sia arcane che in fatto di creature, e mostreranno pozioni e amuleti creati da loro.
Attireranno il pubblico e mostreranno loro i rituali magici e i loro scopi, e infine giunto il momento saliente della festa del raccolto, un potente stregone, aiutato dagli altri, aprirà un portale facendo giungere da un luogo lontano dei guerrieri  rivoluzionari, che con il loro aiuto soverchieranno i regnanti, spazzando via l’ingiusta inquisizione e la repulsione verso le loro arti. Così facendo si giungerà ad una nuova era per la città di Desghard, dove potranno regnare magia, giustizia e libertà.


Stand n.8 – Bardi itineranti

a) “Venti del Caos” piccolo dramma della durata di mezz'ora. Libera interpretazione di una delle più amate e misteriose leggende del regno di Raptek. Cercheremo di dare una spiegazione tutta nostra alla scomparsa di Arturian Tankian.
La rappresentazione si svolgerà due volte: una nel pomeriggio, una dopo cena.

cool Sfilata in costume dei Bardi, da effettuarsi circa mezz'ora, 45 minuti prima delle due rappresentazioni. Durante la sfilata ci presenteremo alla gente e inviteremo il pubblico ad assistere al dramma. La presentazione dei Bardi sarà in chiave umoristica.

c)   Piccoli spettacoli itineranti da svolgersi in vari momenti della festa in mezzo alla gente: giochi di agilità e abilità
-   La catena con i foulard
-   Acrobazie con la sciabola
-   La piramide umana
-   Danze
-   Piccole scenette tipicamente fantasy


Altre associazioni partecipanti

Alla festa saranno presenti con propri stand ufficiali anche le associazioni di gioco di ruolo dal vivo: Mystara & Dintorni, Angainor Grv; giochi di ruolo da tavolo: L’Enclave e di giochi di ruolo on line: La compagnia del Gran Ducato/Extremelot.
« Ultima modifica: Agosto 08, 2004, 03:05:10 da Pegasus » Segnala al moderatore   Registrato

“Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte.”


 Edgar Allan Poe
saphon
Castel Fondaccio
Full Member
***

Karma: 0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 243



WWW
« Risposta #5 inserito:: Agosto 19, 2004, 09:29:38 »

Salve!
devo chiedere un paio di cose ai master:
1-io ho bisogno di un vestito per le "Falci di luna" visto che ho solltanto la cotta di maglia!
2-qualcuno potrebbe mandarmi sul mio indirizzo e-mail (mantini2@virgilio.it) le schede per fare le punte delle frecce?
3-Quando inzieranno i lavori per preparare le "Falci di luna" ?

GRAZIE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
 
Segnala al moderatore   Registrato

Nella notte buia un ramingo seduto sopra un tronco guarda la luna e pensa al suo passato.
Poi si alza, recupera l'arco e la faretra pronto per ricominciare la sua vendetta contro gli inquisitori.
"Tremate perchè il Lupo è in caccia!"

Ormai la mia citta è stata distrutta! Ma il suo ricordo vivrà con me e cosi anche la sua vendetta!




[span style=\'color:gray\']il pianto e il dolore non sono cose da vili,
la rabbia e l'odio danno forza ma
portano alla solitudine, la vendetta è giustizia,
ma la giustizia non deve essere vendetta,
perchè voler morire in battaglia quando si può ottenere la vittoria in altro modo
in combattimento la rabbia
deve uscire dall'involucro di carne che la contiene,
ma non deve mai diventare la guida della mano,
essa deve essere sempre ubbidire al ragionamento,
solo così un uomo può sperare di uscire vivo da uno scontro,
cosi come può capire quando è il momento di arrendersi o di abbandonare il campo.
Io posso dire che gli inferi non sono un bel posto perche gli ho visti e ne sono ritornato!
(pensieri di un guerriero che ha visto la morte e le è sopravvissuto)
[/span]
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.15 | SMF © 2006-2009, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.114 secondi con 22 query.